Site image

 

Sicurezza Stradale

Frenata d'emergenza in motocicletta!

Frenare in emergenza sulle due ruote è una di quelle manovre che nessuno vorrebbe esser mai costretto a fare, ma che si dovrebbe meglio provare ed insegnare a scuolaguida onde evitare pericolose conseguenze per se e per gli altri! Imparare a gestire i freni per ogni centauro è fondamentale per scendere in strada in sicurezza!

Frenata d'emergenza in motocicletta!
Quanto può frenare la mia moto?

Oggi non vi parliamo di consigli per gli acquisti, ma di come si dovrebbe impostare la frenata in condizioni di emergenza e conservare il totale controllo del vostro “mezzo” a due ruote senza arrecare danno a nessuno. Tra i vari “talenti” ed abilità diverse che ogni motociclista dovrebbe avere, quello più importante sul fronte della sicurezza stradale “attiva”, è saper adoperare i freni. La frenata d’emergenza è un evento non poi così raro per chi scende in strada tutti i giorni a bordo di motoveicoli quali scooter, cinquantini e motociclette più potenti e performanti. Le “distrazioni” di molti automobilisti, ciclisti non professionisti zigzaganti, pedoni con la testa tra le nuvole e l’eccessiva velocità su percorsi sconociuti o mal segnalati possono costringerci ad effettuarla e non sempre sappiamo bene cosa fare per evitare il peggio. Ogni giorno dunque, si susseguono le situazioni problematiche sulla strada per ogni motociclista, specialmente neopatentato. Cosa fare per eseguire a regola d'arte una frenata al limite? Innanzi tutto, si dovrebbe agire progressivamente sulla leva del freno anteriore, fino ad arrivare ad esercitare la pressione massima, per trasferire tutto il peso all’anteriore, comprimendo le sospensioni e la gomma interessata che aumenterà la propria superficie a contatto con l’asfalto, per una maggiore aderenza. Astenersi sicuramente dal frenare bruscamente, il panico è “mutuo” amico dell'alto rischio ed aumenta il pericolo di non sfruttare appieno l’aderenza del pneumatico. È opportuno utilizzare tutte e due le manopole del freno: utilizzando anche il posteriore si farà in modo che il pneumatico mantenga il contatto con la strada e la trazione, vi aiuterà a rallentare. Mai agire solamente sul freno posteriore, non solo è meno potente dell'altro, ma la frenata toglierebbe aderenza e trazione alla gomma posteriore. Essere sempre vigili e consapevoli del traffico e del percorso. Inutile frenare perfettamente se poi un'auto di grossa cilindrata che vi segue da dietro vi urterà sicuramente provocandovi ingenti danni. In moto ed in generale quando si cavalcano le due ruote, è fondamentale una guida sulla “difensiva”, creando una specie di "bolla d'area" ovvero una zona franca di sicurezza tutt'intorno a voi in ogni momento, che vi consentirà all'occorrenza di avere lo spazio sufficiente per una frenata di emergenza. Non lasciate che siano gli altri a dettare le condizioni della vostra sicurezza: in altre parole, rispettare le distanze in stada è sacrosanto: mai appiccicarsi dietro ad grosso camion o autobus che vi cela l'orizzonte ottico e la visuale perfetta. Tenere sempre sotto controllo le condizioni meteo e di traffico intorno, puntando lo sguardo il più avanti possibile per identificare i rischi potenziali prima che si rendano reali, ed avere il tempo utile per evitarli. Se vi sentite ancora incerti con tali manovre, esercitatevi senza vergogna alla frenata con asfalto asciutto o bagnato, utilizzando parcheggi isolati o aree semideserte periferiche, per prendere confidenza con la propria moto frenando al limite restando in piedi, verticali, e non orizzontali per le terre! Conoscere il proprio mezzo è fondamentale per una guida sicura in ogni condizione senza aver paura di frenare. Basilare ridurre la velocità dell’impatto: un sinistro con impatto a 90 km orari, potrebbe concludersi molto meglio se si potessero ridurre a 40! Morale della conduzione su strada di ogni motoveicolo è andare sempre piano e molto accorti, soprattutto nei centri urbani, e pensare ai drammatici effetti che un grave impatto o una brutta caduta avrebbero sul vostro stato psico fisico. E allora via, tutti "bellamente" ritorniano in sella, alla maniera del buon Nico Cereghini: “Casco in testa ben allacciato, luci anabbaglianti accese anche di giorno e Prudenza Sempre!

 

 

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Notizie più lette
Pagina Fan

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter di scuolaguida.it

moto.it guida la passione Moto.it è il portale italiano dedicato alle moto, con le ultime news di settore e migliaia annunci di moto usate e moto nuove.
   
auto moto Automoto.it è il quotidiano online dedicato alle auto, con prove, notizie e una sezione mercato con migliaia di annunci di auto usate e auto km 0.

Quiz Ministeriali 2013 2014

quiz patente b, quiz patente, quiz patentino

Quiz gratuiti patente B, A1 e Patente AM (ex patentino ciclomotore)

Esercitati con la simulazione di esame dei quiz ministeriali. Prova l'esame teorico per la patente B dell'auto, A e A1 della moto o con quiz ministeriali per il patentino del ciclomotore (CIG) - Quiz patente B - Quiz patente AM

banner_300x100_motori

Guarda la classifica dei Quiz Patente!

banner-migliori

Quiz Patente B in Lingua

quizzes driving license in English quiz dans permis de conduire français Quiz in deutscher Führerschein pruebas de permiso de conducción español

викторины водительских прав на русском языке اختبارات رخصة القيادة باللغة العربية 在中国驾驶执照测验 ajutorul testelor de conducere în România

Quiz Patente A1 B 2011

Sono ancora disponibili i vecchi Quiz Patente A1 B in vigore da gennaio 2011