Site image

 

Statistiche

Incidenti stradali: l'Italia scende al 14esimo posto in Europa!

Se confrontiamo i dati del 2010 “annus horribilis” per la viabilità nostrana, ove sono stati censiti 211.405 sinistri, nel 2011 ce' da stare finalmente piu’ allegri, con una flessione del 2,7%. Netto calo anche del numero dei feriti e dei morti sulle strade, rispettivamente del 3,5% e del 5,6%. 

Incidenti stradali: l'Italia scende al 14esimo posto in Europa!
Incidente sulla carreggiata!

Cali notevoli quelli degli incidenti stradali negli ultimi anni, dal 2001 ad oggi il numero dei sinistri è sceso, udite udite del 45,5%, consentendo al nostro Belpaese di piazzarsi al quattordicesimo posto tra i paesi dell’Unione, posizione che in questo caso è per noi, davvero invidiabile e non la solita “maglia nera” per inettitudine ed imperizie al volante. Gli autoveicoli che sono risultati maggiormente coinvolti nei sinistri “on the road” sono le auto con il 66%, seguono a ruota, le moto con il 14%, ciclomotori e gli scooter con il 5,4%, chiudono le bici, attrici soltanto nel 4,5% degli scontri. Nel 2011 e’ invece “emergenza” pedonale, con 589 morti e 21.102 feriti, quasi il 15% dei decessi totali e' rappresentato dai pedoni. Con il 70% degli incidenti e quasi il 50% delle vittime nei centri urbani più popolosi e trafficati. Ad esempio, solo a Roma, dal 2006 al 2010 si sono verificati ben 96.650 incidenti stradali, per più di mille morti e 127.675 feriti, tra i quali circa 7000 nuovi disabili gravi e permanenti. Questo e' quanto emerge dall’ultimo rapporto Eurispes, che spiega pure come nelle 15 città metropolitane, le multe per infrazioni al nuovo Codice della Strada abbiano procurato oltre 2 miliardi di euro ogni anno, fino al 2011. Il governo italiano “ha speso” per la sicurezza stradale, in media solamente 30 milioni all’anno! I ricavi delle contravvenzioni dei vigili urbani e della polizia locale, ammontano a più di 1,6 miliardi di euro mentre quelle, delle nazionali di Polstrada e Carabinieri, circa 400 milioni di euro. Nella “decade” passata, fino al 2010, le infrazioni alle regole della strada, hanno fatto incassare quasi 20 miliardi di euro. Somme stratosferiche che dovrebbero essere in larga parte reimpiegate per la sicurezza delle strade, ma l’utilizzo delle risorse non è conforme con quanto stabilito dal Codice della Strada che predica chiaramente come il 50% degli introiti delle multe andrebbero spesi per migliorare la segnaletica stradale il 12,5%; per aumentare i controlli delle forze dell’ordine locali, al 12,5%; per la manutenzione delle strade, sicurezza dei passanti e della utenza debole e per l’educazione stradale, il 25%. Nella realtà italiana, purtroppo, quasi mai accade, che i proventi delle sanzioni vengano poi riutilizzati per “investirli” in codeste buone, anzi ottime “pratiche”. Cosa fare?



Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Notizie più lette
Pagina Fan

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter di scuolaguida.it

moto.it guida la passione Moto.it è il portale italiano dedicato alle moto, con le ultime news di settore e migliaia annunci di moto usate e moto nuove.
   
auto moto Automoto.it è il quotidiano online dedicato alle auto, con prove, notizie e una sezione mercato con migliaia di annunci di auto usate e auto km 0.

Quiz Ministeriali 2013 2014

quiz patente b, quiz patente, quiz patentino

Quiz gratuiti patente B, A1 e Patente AM (ex patentino ciclomotore)

Esercitati con la simulazione di esame dei quiz ministeriali. Prova l'esame teorico per la patente B dell'auto, A e A1 della moto o con quiz ministeriali per il patentino del ciclomotore (CIG) - Quiz patente B - Quiz patente AM

banner_300x100_motori

Guarda la classifica dei Quiz Patente!

banner-migliori

Quiz Patente B in Lingua

quizzes driving license in English quiz dans permis de conduire français Quiz in deutscher Führerschein pruebas de permiso de conducción español

викторины водительских прав на русском языке اختبارات رخصة القيادة باللغة العربية 在中国驾驶执照测验 ajutorul testelor de conducere în România

Quiz Patente A1 B 2011

Sono ancora disponibili i vecchi Quiz Patente A1 B in vigore da gennaio 2011