Site image

 

Assicurazione

Come farsi risarcire dopo un incidente stradale all'estero?

Siete stati coinvolti in un incidente stradale durante un viaggio in Europa o in uno dei paesi Carta Verde? Cosa e come fare per farsi risarcire i danni subiti?

Come farsi risarcire dopo un incidente stradale all'estero?
Tutto quello che dovreste sapere per farvi risarcire tutti i danni dopo un incidente stradale all'estero!

 
 

Finalmente siete partiti con la vs automobile per le meritatissime vacanze all’estero, ma ad un certo punto sfortunatamente un altro veicolo vi viene addosso causando danni al mezzo e lasciandovi appiedati! Cosa fare? Calma e gesso, non tutto è perduto! E' difatti possibile richiedere immediatamente il risarcimento e gestire il tutto al ritorno in Italia, se il sinistro è avvenuto in un paese SEE, all'interno del Sistema Economico Europeo (che comprende gli stati membri dell’UE più Liechtenstein, Islanda e la Norvegia). La Carta Verde è quell'insostituibile documento che ci consente di circolare liberamente in paesi esteri con polizza Rc Auto valida. Se ne siete sprovvisti, una volta giunti alla frontiera del paese che volete visitare, potrete acquistare una "polizza temporanea" fino al vostro ritorno a casa. Ogni automobilista deve averla a bordo o richiederla prima della partenza alla propria compagnia di assicurazione per guidare senza problemi sulle strade di: Albania, Andorra, Azerbaijan, Bielorussia, Bosnia e Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Russia, Montenegro, Tunisia, Turchia, Ucraina e Russia.

Nb: la Carta non è necessaria per circolare in Svizzera e nei paesi SEE, per il principio della libera circolazione delle merci e delle persone. 

La norma europea, recepita in Italia nel 2003, stabilisce che, se durante un viaggio all'estero, siete coinvolti in un incidente stradale, potete richiedere il risarcimento danni all’assicurazione estera del responsabile del sinistro. A patto che entrambi i mezzi coinvolti siano immatricolati e assicurati in uno stato dello Spazio Economico Europeo.

Oltre alla propria assicurazione, sarà possibile rivolgersi al mandatario, ovvero al rappresentante italiano della compagnia straniera inquisita. 

La prima cosa da fare subito dopo un incidente stradale all'estero, è annotare i dati identificativi dell'altro veicolo, ovvero il numero di targa e scattare una o più fotografie della carrozzeria dell'auto per attestare il danno subito.

Procedere di conseguenza con la con la compilazione del "modulo blu" per la constatazione amichevole, controllando la corrispondenza tra i campi del nostro modulo e quello del guidatore straniero. 

Al ritorno in patria, per conoscere il nome dell’impresa assicuratrice estera e del mandatario, potrete rivolgervi alla Consap, acronimo di "Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici", attraverso il portale internet per l’invio della richiesta, tramite email e PEC, indicando in modo chiaro: la nazione in cui è accaduto il sinistro, la data, la targa del veicolo responsabile del sinistro ed il paese di immatricolazione del veicolo.

La Consap vi risponderà, indicandovi il nome del mandatario cui rivolgervi ai fini della gestione e alla liquidazione del sinistro. Una volta ricevuta la richiesta di risarcimento, il referente estero avvierà la procedura ed entro 3 mesi vi comunicherà l’offerta di risarcimento o i motivi per i quali ritiene di non dovervi risarcire. Se l’assicurazione o il mandatario non offre risposta motivata alla richiesta di risarcimento entro 3 mesi, il danneggiato può presentare domanda di risarcimento alla Consap. Nell’istanza andranno specificate sempre la data, l'ora, la nazione in cui si è verificato il sinistro, la targa del veicolo responsabile, lo stato in cui quest’ultimo è stato immatricolato, la copia del documento del danneggiato e del richiedente. 

Se siete stati tamponati da un veicolo immatricolato in un paese extra europeo, ahinoi, non potrete ricorrere alla Consap ma dovrete inviare la richiesta di risarcimento danni direttamente all'assicurazione del veicolo estero responsabile!

 

 

 

Ti piacciono i VIDEO VIRALI stradali, iscriviti subito a #iScuolaGuidaTube!

 

 

 

 

 

 
 
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Notizie più lette
Nessuna lettura ieri
Pagina Fan

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter di scuolaguida.it

moto.it guida la passione Moto.it è il portale italiano dedicato alle moto, con le ultime news di settore e migliaia annunci di moto usate e moto nuove.
   
auto moto Automoto.it è il quotidiano online dedicato alle auto, con prove, notizie e una sezione mercato con migliaia di annunci di auto usate e auto km 0.

Quiz Ministeriali 2013 2014

quiz patente b, quiz patente, quiz patentino

Quiz gratuiti patente B, A1 e Patente AM (ex patentino ciclomotore)

Esercitati con la simulazione di esame dei quiz ministeriali. Prova l'esame teorico per la patente B dell'auto, A e A1 della moto o con quiz ministeriali per il patentino del ciclomotore (CIG) - Quiz patente B - Quiz patente AM

banner_300x100_motori

Guarda la classifica dei Quiz Patente!

banner-migliori

Quiz Patente B in Lingua

quizzes driving license in English quiz dans permis de conduire français Quiz in deutscher Führerschein pruebas de permiso de conducción español

викторины водительских прав на русском языке اختبارات رخصة القيادة باللغة العربية 在中国驾驶执照测验 ajutorul testelor de conducere în România

Quiz Patente A1 B 2011

Sono ancora disponibili i vecchi Quiz Patente A1 B in vigore da gennaio 2011