Site image

 

Normative

Pagare una doppia multa evita la decurtazione punti patente!

La Corte Costituzionale convalida "lo scivolo" previsto dall'Art.126 del nuovo Codice della Strada. Da oggi sarà possibile pagare una doppia multa per salvare la patente di guida dalla decurtazione dei punti!

Pagare una doppia  multa evita la decurtazione punti patente!
Chi paga due volte l'importo della contravvenzione, evita la decurtazione dei punti sulla patente!

E' tutto vero! E' stato ribadito che, nel caso di mancata identificazione del guidatore nella violazione commessa al CDS e qualora non venga informato l'Ente accertatore nei tempi prescritti, verrà elevata  una ulteriore multa, non venendo più decurtati i punti sulla patente! La Legge parla chiaro e la Consulta convalida. E' perfettamente legale il "meccanismo" previsto dall’Art. 126 del nuovo Codice della Strada, che prevede con il saldo di 2 sanzioni, la seconda da 290 euro, di "salvare" i punti sulla licenza di guida. In caso di mancata identificazione del guidatore responsabile della infrazione, il proprietario dell'autoveicolo deve procurare alle forze dell'ordine, entro 2 mesi dalla data di notifica del verbale di contestazione: il documento di guida in originale e le generalità esatte del guidatore. Se data comunicazione non viene emessa, senza giustificato motivo, il proprietario dovrà pagare una multa da 290 euro fino a 1140 euro. In sintesi, pagando una multa in più, si potrà mantenere l’anonimato per il guidatore non identificato, che non subirebbe alcuna riduzione dei punti o eventuale sospensione della patente prevista, per la violazione commessa. A tal proposito la Corte Costituzionale con l’ordinanza n.12 del Febbraio 2017, ribadisce che l’Art.126, comma 2, trasgredirebbe gli Artt.3 e 53 della Costituzione, in quanto il criterio della quantificazione della sanzione in oggetto, avvantaggerebbe chi possiede ingenti patrimoni, creando disparità di trattamento. Da qui la necessità secondo i togati, di "ordinare" per gradi la sanzione in base alla gravità dell’infrazione commessa, anche se la censura riferita all’Art. 53 è priva di un’adeguata motivazione e dunque inammissibile. In buona sostanza, a causa dell’inaccettabilità del tema, il meccanismo prescritto dall’Art.126 del Codice della Strada resta valido ed efficace a tutti gli effetti!

 

 

 

 

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Notizie più lette
Pagina Fan

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter di scuolaguida.it

moto.it guida la passione Moto.it è il portale italiano dedicato alle moto, con le ultime news di settore e migliaia annunci di moto usate e moto nuove.
   
auto moto Automoto.it è il quotidiano online dedicato alle auto, con prove, notizie e una sezione mercato con migliaia di annunci di auto usate e auto km 0.

Quiz Ministeriali 2013 2014

quiz patente b, quiz patente, quiz patentino

Quiz gratuiti patente B, A1 e Patente AM (ex patentino ciclomotore)

Esercitati con la simulazione di esame dei quiz ministeriali. Prova l'esame teorico per la patente B dell'auto, A e A1 della moto o con quiz ministeriali per il patentino del ciclomotore (CIG) - Quiz patente B - Quiz patente AM

banner_300x100_motori

Guarda la classifica dei Quiz Patente!

banner-migliori

Quiz Patente B in Lingua

quizzes driving license in English quiz dans permis de conduire français Quiz in deutscher Führerschein pruebas de permiso de conducción español

викторины водительских прав на русском языке اختبارات رخصة القيادة باللغة العربية 在中国驾驶执照测验 ajutorul testelor de conducere în România

Quiz Patente A1 B 2011

Sono ancora disponibili i vecchi Quiz Patente A1 B in vigore da gennaio 2011